Pitti Uomo backstage: dietro le quinte del lusso con la designer pugliese

Pubblicato il 5 Febbraio 2019 in Blog

Maria Elena, sei stata ospite di uno dei più celebri eventi di moda dell’anno: Pitti Uomo. Quando hai avuto la notizia? Come ti sei sentita?

Due sole parole: emozione e gratitudine.
Il Salon of Excellence è un evento di livello così alto e popolato di esperti di moda di lusso e di arte e Pitti Immagine è un marchio indiscutibilmente celebre in tutto il mondo: quando Cristina Egger mi ha annunciato che avrei partecipato con i nuovi talenti del made in Italy mi sono sentita assalire dall’emozione e dalla gratitudine per questa fashion manager che è diventata il mio angelo custode.

SaviniJewels Pitti Uomo Firenze12  SaviniJewels Pitti Uomo Firenze16

Il vostro rapporto si è intensificato grazie a questa collaborazione…

Cristina è stata davvero una padrona di casa come poche: in questi enormi saloni pieni di modelli dagli abiti meravigliosi, fotografi, giornalisti, buyers internazionali mi sembrava di essere una timida cenerentola in una grande festa di celebrazione del bello come mai mi era capitato.
Cristina mi ha fatta sentire a mio agio e abbiamo parlato del mio lavoro e mi ha consentito di conoscere Mario Dell’Oglio, il gentiluomo senza capello Presidente della Camera Italiana dei Buyers Moda, esperto di lusso e moda maschile, nonchè il team delle aziende d’eccellenza nella moda uomo, la Sciamat di Bitonto e Siniscalchi di Milano. Accompagnati dai calici del Metodo Classico, chiacchierare con loro di moda e artigianato mi ha fatto sentire come circondata da amici ed è stata una piacevole sorpresa perchè nel mio immaginario questa elite mi pareva davvero irraggiungibile…

SaviniJewels Pitti Uomo Firenze15  SaviniJewels Pitti Uomo Firenze17

Insomma un successo questa tua esposizione… Cristina Vannuzzi Landini su modaglamouritalia.com ha scritto del tuo lavoro che è “un caleidoscopio di colori, frutto di una creatività inarrestabile, la linea SaviniJewels stupisce alla 10° edizione del Salon of Excellence con i suoi pezzi unici”.
Quali gioielli hai esposto a Firenze?

Ho voluto rappresentare idealmente tre elementi naturali: acqua, terra e aria attraverso i miei gioielli scultura e quindi ho esposto le mie amate creature marine, i leoni, i tucani. Per celebrare questo evento ho creato un nuovo gioiello, una pantera che è stato il mio “solitario”: smalto acciaio denso e corposo e cristallina nera più leggera e luminosa. La luce intensa proviene dai riflessi dei materiali e dagli inserti preziosi in platino e oro per occhi e dentatura.
Ho portato anche un campionario della linea basic che si sta rivelando sempre più accattivante evolvendo forme e colori della collezione Shapes.
Ho potuto percepire molto entusiasmo in effetti per le mie creazioni e sono molto orgogliosa di non aver deluso le aspettative che Cristina indulgentemente ripone in me.

SaviniJewels Pitti Uomo Firenze18                  Pantera SaviniJewels

In effetti molti blog e riviste online hanno commentato la tua sorprendente presenza a questo evento esplosivo. Ora a cosa ti dedicherai? Quali sono i tuoi prossimi progetti?

Sto sviluppando nuove piccole forme astratte smaltate e ceramizzate con inserti d’oro e platino e studiando nuovi supporti e chiusure. Prossimamente ci sono in cantiere mille progetti tra esposizioni, sfilate e shooting… cercherò di sorprendervi al più presto!